L’avanzata inarrestabile dei Social

Più della metà della popolazione globale é connessa ad internet, esattamente il 58,6% degli abitanti dell’intero pianeta.

Di questa percentuale l’86,6% ha almeno un account su una piattaforma social ed é attivo nelle piattaforme social in cui é iscritto.

I dati mondiali aggiornati a Ottobre 2020 ci dicono che:

  • Su una popolazione mondiale di 7.81 miliardi di persone, 5.20 miliardi utilizzano telefoni cellulari;
  • Gli utenti connessi ad internet sono 4.66 miliardi
  • Gli utenti dei social media sono 4.14 miliardi*

*fonte WeAreSocial-Hootsuite2020

Questi numeri sono aumentati vertiginosamente nell’ultimo anno a causa della pandemia da Covid-19 e questo é un dato che non possiamo lasciare fuori dalla nostra analisi.

I trend degli ultimi anni avevano già rivelato quanto il fenomeno social fosse in continua ed inarrestabile crescita, ma questo particolare boom lo si deve, inevitabilmente alla situazione che ormai da un anno a questa parte stiamo vivendo su scala globale.

L’utilizzo dei social cresce ed accellera

Le persone che utilizzano i social superano per la prima volta i 4 miliardi, attestandosi a 4,14 miliardi in Ottobre, una crescita nell’ultimo anno di oltre il 12%, o per dirla in termini pratici, 14 nuovi utenti sui social al secondo negli ultimi 12 mesi.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 01-Global-Overview-DataReportal-20201018-Digital-2020-October-Statshot-Report-Slide-7-1024x576.png
I dati di WeAreSocial-Hootsuite sulla crescita dei social nel 2020

Cresce il tempo di permanenza sui social


Oltre alla presenza sui social cresce il tempo speso dagli utenti nel corso del 2020, incrementato significativamente, in parte in virtù delle nuove abitudini dettate dalla particolare situazione che stiamo vivendo (lockdown e restrizioni varie).

Il tempo medio speso online si avvicina fortemente alle 7 ore, un incremento di quasi un quarto d’ora rispetto a solo tre mesi fa.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 04-Time-Spent-with-Media-DataReportal-20201018-Digital-2020-October-Statshot-Report-Slide-9-1024x576.png
I dati di WeAreSocial-Hootsuite sul tempo passato sui social nel 2020 dagli utenti

Ma quali social sono particolarmente cresciuti in questo ultimo anno?

Quasi tutte le principali piattaforme social hanno registrato una crescita in questo periodo. In particolare, Instagram ha visto la crescita più importante tra Luglio e Settembre, registrando più nuovi utenti anche di Facebook, che rimane comunque ben saldo al comando della classifica dei social.

I dati del digitale in Italia

In Italia ci sono circa 80 milioni di numeri di telefono su una popolazione che ne conta 60 milioni.

I seguenti dati per l’Italia sono aggiornati a Gennaio 2020:

  • 49,48 milioni di Italiani sono utenti attivi di internet (l’82% della popolazione, percentuale molto maggiore della media mondiale, 59%);
  • A Gennaio 2020, ci sono 35 milioni di utenti attivi sui social media;
  • Gli italiani attivi sui social sono aumentati di 4 milioni in 12 mesi.

Gli italiani passano in media 6 ore al giorno su Internet di cui 1h e 57 minuti sui social network.

In linea con la media mondiale, il 98% degli italiani accede ai social da smartphone infatti, data la popolazione italiana di 60,5 milioni a Gennaio 2020, ci sono 80,4 milioni di numeri di cellulare attivi (il 133% della popolazione).

A cosa servono questi dati?

Questi dati servono a capire il potenziale, spesso sottovalutato e sottostimato, dei social network. La pandemia ha ancora di più evidenziato come i social siano le nuove piazze, i nuovi luoghi d’incontro quando la possibilità di vedersi in presenza é negata per via dalla sicurezza individuale e sociale.

Ma oltre che a socializzare, il web ed i social network sono un terreno fertile e facilmente conquistabile per far evolvere e crescere il proprio business grazie a consapevoli e mirate stratedie di digital marketing.

In Italia però, sempre dati alla mano, si evidenzia come i social media siano utilizzati meno per lavorare (31%) che nel resto del mondo (40%). 

E’ dunque essenziale translare il proprio business anche nei social network.

Bisogna però farlo in modo consapevole e non approssimativo perché la social and web reputation oggi é importantissima: recensioni negative o nessuna recensione sono inammissibili per gli utenti web.

Non essere sui social o sul web equivale a non esistere.

Per questo è si importante esserci ma ancora più importante lavorare in sinergia su tutti i canali web individuati nella strategia affinché l’utente, possibile paziente, possa sentirsi rassicurato ancor prima di mettersi in contatto con il medico: sito, canali social e presenza online.

Che si traducono in brand identity del business, immagine coordinata, contenuti sempre aggiornati e l’offerta di nuovi canali di comunicazione con il paziente.

Perdiamo potenziali contatti per inerzia o per incapacità gestionale del mezzo.

Non è questo un terribile spreco?

Simona Attollino

Simona Attollino Creative Content Creator e Social Media Strategist - Oniricum

Leave a Reply